Poster session general 1

Chiara Fornace (Sapienza Università di Roma)

chiarafornace@gmail.com

L’opera poligonale in Cilicia Tracheia

Il territorio compreso tra il fiume Lamos e Kalykadnos corrisponde al settore più orientale della regione storica denominata Cilicia Tracheia. La regione situata sulla costa sud-orientale dell’odierna Turchia è caratterizzata da un tessuto montuoso contraddistinto da affioramenti di calcare e da una sottile linea di costa estesa a ridosso della catena montuosa del Tauro che separa l’area dall’altopiano anatolico.

La Cilicia Tracheia presenta uno sviluppo urbano non particolarmente estensivo e a carattere disomogeneo, con programmi edilizi del tutto peculiari e fortemente influenzati dalla disponibilità del materiale impiegato nella realizzazione degli edifici: il calcare. In merito alle tecniche edilizie impiegate nella regione è possibile constatare come si attesti, sin dall’età ellenistica, una tradizione di opere definite “a secco”, tra le quali si impone l’opera poligonale prevalentemente per il periodo che intercorre tra la tarda età ellenistica e la definitiva annessione della regione al sistema provinciale romano.

L’opera poligonale prevede, come è noto, l’utilizzo di blocchi di grandi dimensioni disposti con un allettamento asimmetrico e discontinuo, data le cospicue proporzioni dei blocchi questa tecnica si rivela particolarmente idonea alla realizzazione di monumenti massici e con scopo difensivo. Nella regione è possibile constatare la presenza di mura di cinta, di acropoli fortificate e torri realizzate in opera poligonale. Le recenti indagini sul territorio hanno evidenziato, tuttavia, come tale tecnica venne impiegata anche per la realizzazione di altri tipi di edifici, non a scopo difensivo, quali templi, recinti murari, abitazioni e addirittura sepolture. È probabile che per la tarda età ellenistica si possa parlare di un trend costruttivo da identificarsi con l’opera poligale, il cui impiego risulta esteso alle diverse tipologie monumentali di destinazione sia pubblica che privata.

L’analisi diretta delle strutture presenti nella regione in esame della Cilicia può condurre ad un chiarimento sulla maniera edilizia, sul modo di realizzazione, sulla lavorazione dei singoli blocchi e sulle modalità di sbozzatura e di messa in opera al fine di stabilire il processo di evoluzione tecnologica della tecnica stessa, così da poter meglio definire la cronologia dei monumenti.